• Degustazioni
    54 vignaioli
    e 5 produttori di birra

Orari di apertura delle degustazioni

Venerdì 15 Marzo: dalle ore 17:00 alle ore 22:00
Sabato 16 Marzo: dalle 15:00 alle 21:00
Domenica 17 Marzo: dalle 14:00 alle 20:00

Ricordiamo a tutt@ che l’accesso alle degustazioni sarà possibile tutti i giorni del festival fino ad un’ora prima della chiusura dei sotterranei!!!

***AL FINE DI GARANTIRE LA SICUREZZA E LA FRUIBILITA' DELL'INIZIATIVA IN CASO DI GRANDE AFFLUENZA L'ACCESSO ALLE CELLE SARA' REGOLAMENTATO E POTRA' ESSERE BLOCCATO IN ANTICIPO***

fumare nuoce alla degustazione

L’azienda Bosco Falconeria, situata a 60 km da Palermo sulle colline sovrastanti il Golfo di Castellammare, è parte integrante della nostra famiglia dal 1933: allora era un’azienda di circa 12 ettari ad indirizzo prevalentemente vitivinicolo, con una cantina dove nel periodo della vendemmia erano in funzione sette palmenti e lavoravano fino a 30 persone.

Le vicende familiari, la crisi dell’agricoltura e il terremoto del ’68 portarono ad un breve abbandono, fino ai primi anni settanta quando la cantina viene ristrutturata come rifugio estivo.
Da allora estati e fine settimana cominciano a diventare sempre più impegnativi. Alla passione di Antonio Simeti, agronomo, si aggiunge la curiosità di Mary Taylor Simeti che tra un articolo e un libro con cui esporta la Sicilia negli Stati Uniti, già all’inizio degli anni ottanta comincia a importare da oltreoceano le prime notizie sull’agricoltura biologica.
Così la casa per le vacanze ritorna ad essere produttiva: dai 12 ettari iniziali si arriva a quasi 17, l’indirizzo colturale viene diversificato e nel 1989 l’azienda, diventata Bosco Falconeria, si converte ufficialmente all’agricoltura biologica.
Anche la famiglia si è nel frattempo allargata e adesso siamo più numerosi ad affollare Bosco: Natalia e il marito finlandese Rami, insegnante di Tai Chi Chuan, hanno infatti deciso di ereditare la gestione dell’azienda e di prendervi dimora.
Erissa e Besnik, originari dell’Albania, vivono in azienda e ne costituiscono, insieme a Saverio, il braccio destro.

La nostra uva cresce in collina ad un'altitudine di 250 m sul livello del mare, su vigne coltivate a spalliera e ad alberello alcamese, in terreni rossi e calcarei di medio impasto, nutriti con sovesci di erbe spontanee e leguminose.
Per più di venticinque anni mio padre Antonio ha curato queste vigne secondo i dettami dell'agricoltura biologica. Facendo un passo indietro, imparando a sottrarsi, a rispettarne l'equilibrio e ad intervenire il meno possibile.
Insieme, mio padre ed io, stiamo imparando a fare lo stesso con il vino. Anno dopo anno, vino dopo vino. Imparando da altri, scoprendo e provando anche in questo ad essere noi stessi.

Catarratto
Il più immediato dei nostri vini, porta in se tutte le caratteristiche del vitigno accompagnate da una decisa acidità. Agrumato al naso, sapido con note di salvia al palato.
Servire a 12° C.
Catarratto in purezza
Fermentazione spontanea in acciaio a temperatura controllata
Maturazione in acciaio per ca. 9 mesi
Denominazione Igt Terre siciliane

Falco Peregrino
Il nostro bianco per l’inverno. E’ un vino deciso, dal colore carico, dal profumo agrumato e dal sapore persistente e piacevolmente tannico, accompagnato in chiusura dalle note amare caratteristiche del vitigno.
Servire a 14 - 16° C.
Catarratto in purezza
Fermentazione spontanea sulle bucce in acciaio a temperatura controllata
Maturazione in acciaio per ca. 9 mesi
Nessuna aggiunta di anidride solforosa
Denominazione Igt Terre siciliane

Nero d'Avola
Colore rosso intenso, profumo persistente con note fruttate e una buona acidità, che lo rende deciso e a tratti austero.
Servire a 16°-18° C.
Nero d'Avola in purezza
Fermentazione sulle bucce, in silos d’acciaio a temperatura controllata
Maturazione in acciaio per ca. 9 mesi
Affinamento in bottiglia per almeno 4 mesi
Denominazione Igt Terre siciliane