• Degustazioni
    51 vignaioli
    e 5 produttori di birra

Orari di apertura delle degustazioni

Venerdì 16 Marzo: dalle ore 17:00 alle ore 22:00
Sabato 17 Marzo: dalle 15:00 alle 21:00
Domenica 18 Marzo: dalle 14:00 alle 20:00

Ricordiamo a tutt@ che l’accesso alle degustazioni sarà possibile tutti i giorni del festival fino ad un’ora prima della chiusura dei sotterranei!!!

fumare nuoce alla degustazione

In un’economia basata sull’informatica, sulla burocrazia e sulla meccanizzazione fa specie vedere come oggi ci siano ancora persone che sanno cosa vuol dire zappare un vigneto o “percepire” le esigenze di una pianta che cresce.

Non è per un rifiuto della modernità ma per Marco e Adele è semplicemente la loro vita. Da oltre 60 anni si occupano personalmente di coltivare i loro 4 ettari di vigna, muovendosi in sintonia con la natura, come da sempre hanno fatto, avendo cura che ogni pianta in ogni stagione dell’anno abbia la giusta attenzione, rispettando l’ambiente e la naturalità dei prodotti.
Questo significa che sin dalla coltivazione si cerca di limitare l’uso di prodotti chimici invasivi preferendo il concime naturale, i mezzi meccanici per togliere l’erba, le trappole ai ferormoni al posto degli insetticidi e la poltiglia bordolese come base per la cura delle varie patologie (usata anche nel biologico).
La limitazione della quantità prodotta dà inoltre un’uva migliore ed evita il logorio delle piante che risultano essere più forti.
L’uva viene poi raccolta in piccole cassette areate che a loro volta vengono prelevate dal filare e trasportate sino al trattore con un carretto elettrico, in modo che lo smog del trattore non vada a depositarsi sull’uva.
Nella vinificazione vengono usate vasche termo climatizzate ed anche un rotofermentatore, ossia una vasca orizzontale con una pala interna che tiene in movimento il mosto sostituendo le follature manuali. La fermentazione avviene senza l’aggiunta di lieviti esterni, per esprimere al massimo la territorialità. I vini infine non vengono né filtrati né chiarificati.
Marco e Adele hanno avuto due figlie: Marina, insegnante elementare nelle scuole di La Morra, e Nadia, che dopo aver lavorato diversi anni in società esterne, ha deciso di fermarsi in azienda con la volontà di portare avanti e sviluppare ciò che la famiglia ha costruito.
Un importante supporto è dato infine da Elio Altare, fratello di Adele, che, mettendo disposizione la sua profonda esperienza, sta contribuendo ad una produzione sempre più tesa alla qualità.


Indirizzo: fraz. Annunziata – bta Ciotto 59
Telefono: 0173 50640
Fax: 0173 50640
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito internet: vinicurto.it

Proprietario: Nadia Curto
Possibilità di visitare l’azienda: si, sempre su prenotazione
Eventuali strutture ricettive: no
Descrizione del nucleo famigliare e loro coinvolgimento nelle attività agricole: Marco e Adele sono i miei genitori ed hanno dedicato la loro vita alla conduzione dei vigneti e al vino… io, Nadia, sono la secondogenita, e vorrei dare continuità a ciò che loro hanno costruito.
Superficie coltivata totale (ettari): 4
Superficie coltivata a vigneto: 4
Altre colture:---
Eventuali prodotti acquistabili in azienda: vino
Proprietà dei terreni:---
Enologo o responsabile di cantina: Marco e Nadia Curto
Agronomo o responsabile conduzione agricola: Marco Curto
Lavoratori fissi: nessuno
Lavoratori stagionali: 1
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori fissi:---
Tipologia di contratto di lavoro utilizzata per i lavoratori stagionali: contratto di bracciante agricolo (tempo determinato)
Ricorso a lavoro interinale: no

Vini prodotti:
- Dolcetto d’Alba DOC
- Barbera d’Alba DOC
- Langhe Nebbiolo DOC
- Barolo La Foia DOCG
- Barolo Arborina La Foia DOCG

Numero totale di bottiglie prodotte (mediamente): 20.000
Vendita diretta in azienda: si
Vendita nella media e/o grande distribuzione: no
Totale vendite ultimo anno (solo vino, fatturato e vendita diretta): bho?
Cenni storici e geografici sul territorio (informazioni sintetiche): sono le Langhe… dolci e amene colline… un posto baciato da Dio! …. non saprei che aggiungere!
Condizioni ambientali del posto e dell’area di produzione (eventuali rischi ambientali):---
I miei principi e idealità di produttore: Noi produciamo vini in modo artigianale… dalla vigna alla cantina. In vigna ricorriamo al letame per concimare, alle trappole ai ferormoni per combattere gli insetti, allo zolfo ed al rame come base per i trattamenti. Abbiamo abolito l’uso del diserbante scegliendo di usare la falce per tenere le vigne in ordine. Nei vini non usiamo lieviti esterni, l’uso della solforosa è minimo. I vini non sono filtrati e neanche chiarificati per mantenere la massima ricchezza e naturalità.
La mia opinione sull’utilizzo di OGM: contraria! L’uomo, così come la vite e gli alberi, devono nutrirsi con ciò che si sono sempre nutriti… la salute e il rispetto verso noi stessi e verso il creato prima di tutto!

Prodotti autocertificati:
- Barolo DOCG Arborina La Foia
- Dolcetto d’Alba DOC

contentmap_plugin