• Cucine
    prodotti contadini, che esaltano l’importanza della biodiversità e della produzione biologica

A seguito degli incontri avuti alla fine del 2015 tra alcuni compagni di genuino clandestino,  Joao Pedro Stedile (membro della direzione nazionale dell’ MST)  altri rappresentanti del Movimento SemTerra brasiliano e della Via Campesina, Genuino Clandestino è stato invitato a visitare gli asentamientos dell’ MST negli Stati di San Paolo e Paranà.
Il gruppo partito per il Brasile era composto da compagne e compagni provenienti da realtà di Genuino Clandestino (Mondeggi , Campi Aperti di Bologna, Solidaria e Sfrutta Zero di Bari, Germogliato di Torino, Spazio Fuorimercato di Milano) da RiMaflow (Fabbrica occupata) ed altri/e militanti di movimenti sociali italiani.
Nel corso del viaggio ci sono stati incontri quotidiani con fabbriche occupate (Flasko, Karmann Ghia),  la ENFF (Escola Nacional Florestan Ferndandes), insediamenti (realtà di occupazione riconosciute dalla Riforma agraria) e accampamenti (realtà di occupazione in corso, in lotta per il riconoscimento), cooperative agricole.

Una della tappe più significative è stata presso l’accampamento "Tomas Balduino" di Quedas in Paranà,  dove poco tempo prima erano stati assassinati due militanti del MST da parte di un azione combinata di Polizia militare e fazenderos, con chiaro scopo di intimidazione contro le nuove occupazioni.

Ad Enotica attraverso le immagini ed il racconto di alcuni dei partecipanti al viaggio avremo modo di confrontarci sul MST,  e sul dibattito che si è aperto in alcuni movimenti sulla scorta di quella esperienza.
Il Movimento Sem Terra del Brasile, è il più grande movimento sociale organizzato dell’america latina, che da oltre 30 anni costruisce autorganizzazione comunitaria in tutti i campi (abitativa, educativa, sanitaria etc)