• Cucine
    prodotti contadini, che esaltano l’importanza della biodiversità e della produzione biologica

In un contesto in cui i processi di globalizzazione hanno provocato l'abbandono dei cibitradizionali a vantaggio di cibo veloce, in scatola, economico, insapore, pastorizzato e denso disostanze chimiche, la cucina può diventare terreno di lotta, rivendicazione e resistenza.

Cucina randagia è nata all'interno di Campi Aperti ( associazione per la sovranità alimentare) dall'unione di tre realtà contadine diverse che,accomunate dagli stessi stili di vita,hanno deciso di organizzare una cucina mobile che negli anni ha preso parte ,in forma culinaria, a svariate forme di resistenza popolarcittadinacontadina e settimanalmente partecipa a diversi mercati di campi Aperti e altri mercati biologici contadini a Bologna utilizzando solo verdura di stagione con le quali sviluppiamo menù più o meno semplici e strett-food.

La cucina terra terra rientra nella finalità complessiva del connettivo che consiste nella sperimentazione di un modello di economia che impegna reciprocamente produttori, artigiani e consumatori per sovvertire le catene e le logiche della grande distribuzione, ridurre la distanza alimentare, valorizzare le relazioni sociali, sensoriali e gustative.

FEED (Family Energy & Dance) è un progetto iniziato nel 2011 da un gruppo di ragazzi umbri, che ha deciso di mettere insieme le proprie capacità e potenzialità per poter realizzare e proporre una alternativa di vita basata sulla condivisione e la collaborazione.
FEED crea e promuove continuamente svariate attività ed iniziative, nell’ambito sociale ed artistico; in particolare negli ultimi anni ci siamo soffermati sulla realizzazione di un piccolo festival autogestito ed indipendente, dove tutte le attività ed i sevizi sono proposti in maniera gratuita.

Olivicoltore di alta collina del sud. Proposizione di conserve tra l'ultratradizionale e l'inaudito.

Mercatiniera è un collettivo di produttori agricoli che r-esistono qua e là tra la pianura eMercatiniera è un collettivo di produttori agricoli che r-esistono qua e là tra la pianura dell'appennino attorno a Parma che promuove la diffusione dell'agro ecologia, sia attraverso le buone pratiche della coltivazione naturale ed eco-sostenibile, sia attraverso la valorizzazione dell'agricoltura contadina naturale, che predilige le risorse abbondanti e fa risparmio di quelle rare, salvaguarda l'ambiente, la biodiversità e la qualità degli alimenti.

Siamo un’azienda nuova e dinamica, attenta ai valori e alle tradizioni della nostra Regione.
Quattro soci con una passione comune, la montagna.
Proprio da questa passione, nasce la voglia di condividere i frutti che la nostra terra ci offre con i nostri cari ed amici.

Movimento Terre "Rete delle Autoproduzioni di Puglia e Basilicata" nasce nel 2010 con l'obiettivo di riunire i piccoli produttori agricoli della nostra zona che coltivano la terra e trasformano i loro prodotti nel rispetto della terra e dell'uomo. Sulla scia del movimento di Genuino Clandestino,abbiamo da subito fatto nostre le finalità (autodeterminazione alimentare, economia solidale e produzioni naturali) e gli strumenti (certificazione partecipata e banco unico).

Abbiamo iniziato a sperimentare la nostra cucina, con ingredienti esclusivamente autoprodotti dalla nostra rete comunitaria, in occasione del corteo cittadino per Mondeggi, durante l'incontro nazionale di GC tenutosi a Firenze nella primavera del 2017.

Da quel giorno abbiamo iniziato ad organizzare ogni venerdì l'AperiContado per rallegrare il nostro mercato settimanale di Piazza Tasso e sostenere la nostra cassa comunitaria.

RiMaflow è una cooperativa nata dagli ex lavoratori e dalle ex lavoratrici Maflow. Storica azienda di componentistica auto dell’hinterland milanese, fatta fallire per speculazione, chiusa e delocalizzata in Polonia nel dicembre 2012. A seguito della chiusura un gruppo di ex dipendenti anziché disperdersi per cercare altri lavori ha deciso di occupare e recuperare la fabbrica per continuare a lavorare.

Dall’allevamento semi brado alla macellazione in azienda, da quando alimentiamo i nostri animali a quando insacchiamo il salame, abbiamo l’occhio attento su ogni singola fase di questa complessa filiera. La tradizione accompagna i gesti che si traducono in una peculiarità organolettica dei nostri prodotti.
Alleviamo suini di razza Goland allo stato semi-brado: gli animali, nel periodo estivo, possono godere di un pascolo/bosco di circa 2 ha, direttamente collegato alla stalla, nel quale piantiamo leguminose di cui sono golosi.